domenica 31 luglio 2016

ARENZANO. CANE LASCIATO AL SOLE

Abbiamo avviato i controlli dopo la segnalazione, informando anche la ASL Veterinaria responsabile per competenza.

sabato 30 luglio 2016

IN VIAGGIO UN MILIONE DI FAMIGLIE CON ANIMALI

IN VIAGGIO UN MILIONE DI FAMIGLIE CON ANIMALI

Roma (30 luglio 2016) - Oggi e domani giornate di grande traffico su strade ed autostrade italiane, secondo le stime del movimento delle famiglie italiane con animali e di AIDAA sono circa un milione le famiglie con animali al seguito che si metterano in viaggio tra oggi e domani verso le località di vacanza la maggior parte delle quali dirette verso le località mare. Mete preferite Puglia, Toscana, Veneto, Emilia Romagna. Molto gettonata anche l'isola d'Elba dove di fatto tranne in piccoli tratti di spiaggia è possibile portare il proprio cane in spiaggia ovunque. Vanno bene anche Calabria, Sicilia e Campania dove però vi sono limitazioni spesso forti a portare il cane in spiaggia.

LA CICOGNA BIANCA A MONSUMMANO


(ANSA) - FIRENZE, 29 LUG - Le Cicogne bianche sono ormai una presenza costante nel Padule di Fucecchio, e i due nidi di Fucecchio e Monsummano Terme sono conosciuti da tutti gli appassionati di natura e monitorati costantemente dai tecnici del Centro di Ricerca. Quest'anno però c'è stato un evento eccezionale: le cicogne hanno costruito un secondo nido a Monsummano Terme, all'interno dell'impianto RSU Il Fossetto, per la prima volta in Toscana su una struttura appositamente realizzata per loro.
    Tutto nasce nel 2011 dal sogno di Luciano Vanni, allora responsabile operativo dell'impianto, che fin dall'inizio aveva "adottato" la coppia di cicogne ed era stato uno dei promotori della manifestazione 'Il giorno della cicogna'. Vedendo che anche altri esemplari frequentavano la zona, Luciano con il suo entusiasmo era riuscito a coinvolgere un assortito gruppo di lavoro in un progetto ambizioso: ospitare una seconda coppia di cicogne proprio all'interno dell'impianto. Quest'estate il progetto ha avuto successo.

LO SCEMPIO DI VIA OJETTI

LO SCEMPIO DEI TIGLI DI VIA OJETTI UNA SCONFITTA PER MILANO

Milano (30 luglio 2016) - Ieri sono stati abbattuti nonostante vi siano in corso delle inchieste giudiziarie i tigli del supercondominio di via Ojetti. la vicenda presenta molti lati oscuri che sono al vaglio degli inquirenti, ma nel video che vi alleghiamo vi è la dimostrazione pratica di quanto accade ogni giorno a Milano negli spazi privati senza che nessuno possa controllare. E questo perchè il consiglio comunale non ha approvato prima delle elezioni in nuovo regolamento del verde privato con somme responsabilità della vecchia giunta Pisapia. Ci auguriamo che il regolamento venga approvato appena dopo l'estate in modo che non si possano piu verificare simili scempi ambientali. "I tigli erano sani- ci dice Lorenzo Croce- ma mi preme mostrarvi in questo video come il giorno dopo il taglio il cantiere sia abbandonato a se stesso con libero accesso a bambini che vi giocano  e persone che tolgono le loro auto in barba a qualsivoglia norma di sicurezza e per giunta visto il caldo con il rischio di autocombustione in una zona con centinaia di appartamenti. Vigili di zona ed assessore Maran prendere nota grazie"
ALLEGATO IL VIDEO GIRATO QUESTA MATTINA ALLE 11 IN CUI IL PRESIDENTE DI AIDAA LORENZO CROCE SPIEGA LA SITUAZIONE IL GIORNO DOPO IL TAGLIO DEI TIGLI IN VIA OJETTI

I BUFALARI CHE SI INVENTANO LE BUFALE

Non voglio perdere troppo tempo con i bufalari dei vari siti che pur di far notizia si inventano le bufale. prendete l'ultima quella del numero di prontofido un servizio disattivato 5 anni fa (nel 2011). Quelli di Bufale,net prendendo spunto da un articolo del 2011 hanno scritto che gira ancora la notizia del numero di telefono (a parte che quel servizio era via sms e non telefonico) di Radio Montecarlo può essere ma la correttezza impone che sia chiarito che quel servizio non è attivo. e se poi scopri che quel numero lo hanno rimesso in circolo quelli che poi hanno segnalato loro stessi la bufala  mi pare abbastanza chiaro che qualcuno si inventa le bufale per poi pubblicarsele..... anche questa è cattiva informazione.
AIDAA NON COLLABORA PIU A QUESTO SERVIZIO DAL 2011 

sabato 23 luglio 2016

CANE ANGELO. PAGHIAMO NOI IL LORO PSICOLOGO

ASSOLUTAMENTE INACCETTABILE LA NOTIZIA SECONDO LA QUALE SIAMO NOI CITTADINI ITALIANI A PAGARE LE SEDUTE DELLO PSICOLOGO DELLA MUTUA AI QUATTRO ASSASSINI DEL CANE ANGELO IN QUANTO HANNO DICHIARATO DI ESSERE INDIGENTI. DICIAMO NO A QUESTA SPESA PUBBLICA. LA GALERA PER LORO NON LO PSICOLOGO. LA GALERA E I LAVORI FORZATI.

1000 COME IL CANE ANGELO OGNI ANNO IN ITALIA


Roma (23 luglio 2016) - In questi giorni la vicenda del cane Angelo torturato da quattro delinquentelli in Calabria, ma purtroppo ogni anno sono centinaia i cani ed i gatti torturati, feriti ed uccisi da minorenni in tutta Italia che quasi sempre passano inosservati in quanto essendo a danno di animali randagi molto spesso non vengono denunciati. Secondo una ricostruzione che AIDAA fa dal 2013 tenendo conto degli articoli di giornale, delle denunce di cui si viene a conoscenza e delle notizie che girano sui social nel corso del 2015 sono stati torturati ed uccisi oltre 500 cani e 560 gatti molti dei quali morti tra atroci sofferenze per mano barbara di ragazzini minorenni, buona parte di questi casi avvengono nelle regioni del sud e prevalentemente concentrati in Puglia, Sicilia e Calabria. 

MORTA L'ORSETTA MORENA



(ANSA) - PESCASSEROLI (L'AQUILA), 22 LUG - L'hanno ritrovata morta all'interno del Parco Nazionale: l'orsetta Morena aveva oltre un anno ed era stata rilasciata in natura lo scorso dicembre dopo essere stata ritrovata senza mamma nella primavera del 2015, ma non ce l'ha fatta. L'esame esterno della carcassa da parte del veterinario del Parco non ha consentito di stabilire le cause di morte per la rapida decomposizione. La stessa sarà inviata all'Izs di Grosseto per gli esami necroscopici, così come previsto dalle procedure nel caso di rinvenimento degli orsi morti. Dai controlli telemetrici, effettuati domenica pomeriggio (17 luglio) dai Guardia parco, non erano emerse anomalie.
    L'ultimo avvistamento da parte del personale del Parco è avvenuto il 15 luglio nel corso di appositi sopralluoghi finalizzati alla ricerca degli escrementi e a valutare le condizioni fisiche di Morena che risultava essere in buona salute.

NOI DI AIDAA VOGLIAMO CHE SIA FATTA LUCE SULLE CAUSE VERE DELLA MORTE DELL'ORSETTA MORENA. PER QUESTO LUNEDI PRESENTEREMO UN ESPOSTO ALLA PROCURA DELL'AQUILA. 

MARTINSICURO. VIETANO IL BAGNO AL CANE

Una situazione un po paradossale in una spiaggia aperta ai cani a Martinsicuro qui, un bagnante con il cane al seguito dopo essere entrato nella spiaggia in concessione ha visto bene di chiedere la possibilità di far fare il bagno al cane ma ha ricevuto un diniego dal bagnino. Incurante di questo diniego e pensando a ragione di poter far fare il bagno al proprio cane la persona ha fatto il bagno con il cane, mentre il bagnino ha visto bene non di tutelare il proprio cliente e il suo cane ma di chiamare la capitaneria di porto che ha intimato alla signorina in compagnia della madre di uscire dal mare. In realtà tutto questo come al solito nella più ampia illegalità in quanto non è stata mostrata, ne tanto meno era esposta, l'ordinanza con la quale si vietava di fare il bagno con il cane. Andiamo a fondo alla questione. 

venerdì 22 luglio 2016

AGGREDITA ANZIANA VOLONTARIA AIDAA PALERMO



Da alcuni giorni alcune mele marce  creano disagi e disturbo, alla colonia di Palermo in via Zs a Palermo, angolo via Ida Castelluccio.

Ebbene, ieri mattina, verso le ore 9, 45 due mele marce (marito e moglie di mezza età) hanno aggredito verbalmente una nostra volontaria (donna anziana e molto perbene) dicendole che quella zona è proprietà privata e che lei i gatti se li deve portare a casa.
Poi l'hanno minacciata che avrebbero denunciato tutto all'ASL ed hanno tentato di fotografare la nostra volontaria.
Presente al diverbio c'era l'operatore ecologico del Comune che stava ripulendo la zona e, non si capisce, come mai il Comune manda il proprio personale a ripulire proprietà private quando già c"è tanto lavoro x il suolo pubblico
Quindi vogliamo dire a queste mele marce di smetterla, perchè sennò integreremo la denuncia fatta ai carabinieri il 5 luglio 2016 con i loro nomi.
AIDAA PALERMO

AGOSTO. RONDE PER TUTELARE GLI ALBERI





Milano (22 luglio 2016) - Delle vere e proprie ronde che nel mese di agosto ed in particolare nelle settimane centrali quando la gente è in vacanza e certi interventi compreso il taglio di alberi  in giardini condominiali viene fatto senza troppo clamore e sopratutto senza che gli amanti della natura possano intervenire e verificare se questi tagli sono effettivamente autorizzati o se si tratta come spesso capita di interventi abusivi magari allo scopo di far posto a dei parcheggi a loro volta abusivi. Nei nove municipi milanesi sono presenti richieste per il taglio di circa 500 alberi per vari motivi. l'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente - AIDAA sta organizzando dei gruppi di veri e propri volontari che durante le giornate agostane diano un'occhiata girando nelle zone mappate e considerate a rischio tagli abusivi a partire dal famoso "cantiere fantasma di via Ojetti" dove l'amministratore del supercondominio Ojetti 1-11 aveva messo in cantiere lavori per circa 800.000 euro che prevedevano l'abbattimento di 17 tigli sanissimi senza nemmeno informarne il municipio della ex zona 8. "Abbiamo iniziato a chiedere ai volontari di darci la disponibilità per garantire due turni di ronda giornaliera a gruppi di tre o quattro persone per ciascuna zona di Milano- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- che hanno lo scopo di verificare che non avvengano scempi o tagli di alberi che non siano autorizzati e nel caso in cui questo avvenisse chiamare immediatamente le forze di polizia locale o la forestale a seconda dei casi, al momento abbiamo la disponibilità di circa 40 volontari rispetto 75 necessari per coprire tutti i turni nel mese di agosto"
per aderire e per info 3479269949 oppure mandare una mail a direttivo.aidaa@libero.it

MULTA FINO A 1000 EURO PER UN PINSCHER IN SPIAGGIA

CATANIA (23 LUGLIO 2016) - Una multa che può arrivare fino a mille euro ma che se pagata entro sessanta giorni scende a 200 euro per aver portato il proprio cagnolino in spiaggia tenendolo per giunta la guinzaglio. Cinque le persone multate lo scorso 19 luglio nella spiaggia di Fondachiello di Mascali in provincia di Catania. Tra queste un operatore del 118 di Palermo che era in spiaggia con la sua famiglia ed il suo cagnolino che pesa meno di 20 kg. Nel verbale elevato dal personale della capitaneria di Porto si legge che è stata elevata la multa semplicemente "per aver condotto il proprio cane in spiaggia". Si tratta di un assurdo senza precedenti per quella spiaggia, dove cinque persone rischiano di pagare fino a 1000 euro di multa a testa semplicemente per aver portato a spasso il cane in spiaggia. "Ma non solo- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- infatti come si evince anche dalle foto che ci sono state inviate, il cartello è semi nascosto da un palco distante oltre tre metri dall'ingresso della spiaggia, ma anche completamente privo dei riferimenti all'ordinanza regionale che sono per legge obbligatori." Contro questa folle multa è stato fatto il ricorso amministrativo. "Ma appare evidente- conclude Croce- che si tratta di una forma vessatoria nei confronti dei diritti dei bagnanti con cani al seguito, nel caso specifico parliamo di un cagnolino di razza pinscher che pesa meno di due chili mentre si lasciano liberi torturatori ed assassini di cani compresi quelli che li abbandonano".


LE CICOGNE DI QUARTIANO

STANNO BENE LE CICOGNE DI QUARTIANO. ECCO LE ULTIME FOTO INVIATECI DALLA NOSTRA AMICA BARBARA BALZAROTTI CHE RINGRAZIO PUBBLICAMENTE.


ANCORA ANIMALI USATI PER INCENDI

Sono ancora gli animali le maggiori vittime, insieme alle migliaia di ettari di bosco che vanno in fumo degli incendi di questi giorni, infatti da Enna e dalla zona del Vesuvio giungono notizie piuttosto attendibili che parlano ancora di uso di animali a cui viene appicato il fuoco e lanciati nei boschi come torce per appiccare gli incendi di queste ultime ore. AIDAA sta predisponendo due esposti per  CHEDERE ALLA MAGISTRATURA di accertare quanto segnalato.

MINACCE VIA FACEBOOK AL PRESIDENTE AIDAA


BUTAC.IT OVVERO GLI ISTILLATORI DI ODIO
MICHELANGELO COLTELLI CAPO DI BUTAC.IT QUESTO SIGNORE DAL SUO SITO ISTIGA ALLA VIOLENZA PERSONALE NEI CONFRONTI DEL PRESIDENTE AIDAA LORENZO CROCE E DI TUTTI COLORO NON LA PENSANO COME LUI. HA GIA SUBITO DIVERSE DENUNCE PENALI.

Ho letto ieri un commento a un post vecchio di un anno della pagina facebook di bufale un tanto al chilo dove indicando la mia persona un tal Cristian Campa asseriva che era necessario fermarmi con tutti i mezzi. Mi sono rivolto a questo signore per chiedere se era lui che intendeva fermarmi con ogni mezzo e questa è la risposta che ho ricevuto ieri da lui direttamente nella mia casella messaggi di messanger :"Non provare MAI più a contattarmi in privato o nemmeno la polizia ti salverà da quello che ti farò, invasato mentale!" il signore amico e commentatore di Butac.it gia in passato era intervenuto dicendo che ero un criminale da fermare a qualsiasi costo. Ovviamente oggi provvedo a denunciare questo losco figuro per il reato di minacce,ma al web voglio affidare semplicemente una riflessione: Butac.it in realtà non è un sito di sbufalatori ma di istillatori di odio, il suo responsabile Michelangelo Coltelli titolare della Gioielleria Coltelli di Bologna sarà chiamato a rispondere penalmente di ogni ulteriore messaggio di minacce o violenza arriverà alla mia persona. Coltelli e la sua banda bassotti sono degli istillatori di ODIO E COME TALI VANNO BANDITI DALLE VOSTRE AMICIZIE.

giovedì 21 luglio 2016

BRUCIANO MILLE ETTARI DI BOSCO. MIGLIAIA DI ANIMALI MORTI.

(ANSA) - ENNA, 21 LUG - Non si ferma l'incendio che ha già distrutto dai 600 ai 1000 ettari di bosco nelle campagne di contrada Furma, a Piazza Armerina (En). Dalle prime luci dell'alba sono in azione due canadair mentre gli uomini del corpo forestale, vigili del fuoco, Protezione civile, carabinieri lavorano senza sosta da ieri pomeriggio. In nottata è stata riaperta la SS 117 che ieri era stata chiusa al transito. Il fuoco è divampato da vari punti del bosco favorito dal forte vento di ieri, le fiamme erano visibili anche da Enna mentre il fumo ha raggiunto Pergusa ed Enna Bassa rendendo irrespirabile l'aria. Nonostante il tempestivo intervento delle squadre antincendio ha divorato un patrimonio di flora e fauna immane.

USA POSTAPAY DI CARABINIERE PER RACCOGLIERE SOLDI


Una denuncia è stata presentata oggi alla Polizia di Stato nei confronti di una donna residente in un paese del nord della Calabria, la donna F.S. nota per le sue attività truffaldine che hanno come obbiettivo finale la raccolta di fondi per inesistenti opere di sterilizzazioni di cani randagi, unitamente alla vendita sotto mentite spoglie di affido di cuccioli di cani non certo raccolti per strada ma frutto di una pianificazione di procreazione con cagne fatte ingravidare e partorire cuccioli che poi vengono mandati nelle famiglie del nord Italia chiedendo un contributo di circa 140 euro. Ora la situazione è degenerata infatti alcune segnalazioni verificate puntualmente arrivate alla nostra associazione la donna ha raccolto soldi per una lotteria clandestina a suo dire destinata a sfamare dei cani, in realtà pare che questi soldi siano finiti nelle tasche della medesima. Ma la notizia assurda è che la donna per raccogliere dei soldi chiesti anche a titolo personale con messaggi privati utilizzando i social network ha utilizzato la posta pay personale del marito carabinieri (indicandone i dati) che pare a sua insaputa è stato usato come mezzo di raccolta fraudolenta di soldi. Ora tutto sta sul tavolo delle forze dell'ordine. Vi aggiorno appena posso con i dati precisi della donna che al momento non posso diffondere. 

TIGLI DI VIA OJETTI GIORNI DECISIVI

I prossimi cinque giorni sono determinanti per definire il futuro dei 17 tigli di via Ojetti  ma anche per capire se da parte del comune di Milano vi sia la volontà di mettere fine allo scempio che riguarda il taglio degli alberi negli spazi privati spesso sacrificati al solo scopo di fare dei parcheggi, la vicenda del supercondominio di Via Ojetti però presenta alcune particolarità in negativo che la rendono unica. Per questo motivo i prossimi giorni in cui sono previste le decisioni degli organi competenti su alcune delle azioni fatte in questo mese da aidaa e dai condomini diranno non solo se i tigli saranno salvati definitivamente, ma sono destinati a mettere un punto inammovibile su tutta la partita della gestione del verde privato a tutti i livelli, almeno per quanto attiene la città di Milano.



mercoledì 20 luglio 2016

GETTANO CIBO DEI GATTI. DENUNCIATI


La vicenda è di quelle che purtroppo accadono in tutti i condomini italiani e pure più volte al giorno, stiamo parlando dei soliti maleducati che gettano il cibo dei gatti. Questa volta sono stati individuati, fotografati e denunciati anche per maltrattemento. Accade in provincia di Foggia nei prossimi giorni vi aggiorniamo. 

COPPIE CON CANI. FIOCCANO LE LITI FAMIGLIARI

COPPIE CON I CANI. FIOCCANO LE SCRITTURE PRIVATE

Roma (20 luglio 2016) - Lo scorso anno sono state oltre 20.000 le richieste di consulenza ad AIDAA e ad altre associazioni di coppie di fatto o coppie di fidanzati che al momento di lasciarsi si sono resi conto di dover fare i conti con gli animali di famiglia ed in particolare con i cani che acquistati insieme erano di fatto parte della famiglia, poche di queste liti si sono risolte con delle vere proprie cause in tribunale anche perchè prevalentemente fa testo per identificare la proprietà del cane il nominativo dell'intestatario del microchip. Con la nuova legge che riconosce le coppie di fatto stanno anche aumentando le famiglie di fatto e le coppie che chiedono consulenza ad AIDAA per realizzare delle vere e proprie scritture private per la tutela del proprio pet, scritture private che consentono nella maggior parte dei casi di individuare dei percorsi condivisi in caso di separazione delle coppie che regolamentano sia il diritto di visita del "coniuge non affidatario del cane", le modalità con le quali scegliere chi dovrà gestire il cane in caso di separazione e le eventuali quote di spese per alimentazione e veterinario. Da inizio anno ad AIDAA si sono rivolte circa 2.000 persone con un incremento del 55% rispetto a tutto il 2015

AREZZO. AVVISTATI CUCCIOLI DI LUPO


(ANSA) - ANGHIARI (AREZZO), 19 LUG - Non capita tutte le sere di incontrare quattro cuccioli di lupo per strada. E' quanto accaduto a Claudio Maggini, vicesindaco di Anghiari (Arezzo) ieri sera quando rientrando verso Anghiari all'altezza del Castello di Sorci ha incontrato i piccoli sul ciglio della strada. Con prontezza Maggini ha ripreso la scena mentre i lupacchiotti, dopo aver corso lungo la strada, si sono allontanati nel campo adiacente la provinciale. Non è la prima volta che i lupi vengono avvistati nella stessa zona, qualche sera prima era stata vista anche la madre.

ABBANDONI IN SICILIA. SITUAZIONE MIGLIORATA?


CATANIA - Quello dell’abbandono dei cani è un problema che va avanti da una quantità incalcolabile di anni. 
Si va in vacanza con la famiglia ma se ne abbandona un suo membro.
Eh si perché i cani magari non sono proprio i migliori amici dell’uomo, o quantomeno non lo sono più da quando esiste la tv, ma sicuramente sono parte integrante delle famiglie in cui vivono, specialmente per il reciproco affetto con i più piccoli.
I genitori però, non potendoli, o non volendoli, dipende dai casi, portare in vacanza li abbandonano in mezzo ad una strada. Prima di saltare a conclusioni affrettate cerchiamo di mettere in chiaro la situazione, dati alla mano, e per fare ciò abbiamo sentito il presidente dell’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, Lorenzo Croce.
La prima domanda è la più ovvia, quanti sono gli animali domestici abbandonati quest’anno in Sicilia?
I numeri, nonostante siano assolutamente parziali, sono positivi, secondo i nostri dati, che si riferiscono ai canili che monitoriamo sull’isola, i cani entrati in questi primi mesi estivi sono diminuiti rispetto allo scorso anno, ma va anche detto prima di dare dei numeri precisi, che in Sicilia cosi come nel sud Italia in generale non è facile fare una distinzione tra cani eventualmente abbandonati e cani randagi già presenti sul territorio in quanto molto spesso cani che vengono accalappiati nei paesi sono di proprietà ma non sono mai stati microchippati. Fatta questa premessa sicuramente le province con il maggior numero di possibili abbandoni sono PalermoTrapani e Agrigento, numericamente invece i cani entrati in canile sono circa 750 rispetto ai 900 dello stesso periodo dello scorso anno. La Sicilia per cani abbandonati si piazza nelle ultime posizioni ma come spiegavo prima occorre assolutamente tenere in considerazione la particolarità dovuta all’alto randagismo ed alle poche chippature”.
La situazione sembra quindi migliorare anche se “è ancora disastrosa“.
Come dicevamo prima comunque solitamente quelli più affezionati agli animali sono i più piccoli, a volte più saggi dei grandi. Qualche tempo fa girava un bellissimo video in rete, un cosiddetto “esperimento sociale” in cui i genitori tiravano un brutto scherzetto ai figli, per vederne la reazione:
“Dobbiamo andare in vacanza, il cane lo dobbiamo… beh abbandonare, insomma, non può venire con noi“.
La risposta dei piccoli è nettissima: pianti a non finire, reazioni di rabbia e addirittura un bambino che esclama tra le lacrime “se non viene lui non vengo neanche io“.
Molti però non pensano a che ripercussioni l’abbandono possa avere sul cane, in realtà gli esperti in materia sono unanimemente d’accordo sul fatto che “un cane abbandonato non può vivere da solo al contrario di ciò che si crede. Si troverà spaesato, solo e cadrà in un vero e proprio stato di depressione. Alcuni rischiano di diventare aggressivi, proprio perché cresciuti soli, abbandonati da chi li aveva nutriti fino al giorno prima“.
Lo sapevate che l’abbandono è anche illegale? Vi è infatti una legge (art. 727 del codice penale) che sancisce che chi abbandona è punibile o con l’arresto, fino ad un anno, o con una multa che può variare dai mille ai diecimila euro. Inoltre, dice il Ministero della Salute, chi abbandona può essere accusato anche di omicidio colposo.
Com’è possibile che nonostante le normative il fenomeno continui?
Secondo Lorenzo Croce “è una questione di cultura, io credo che solo una sterilizzazione di massa dei randagi e dei cani di proprietà che vivono liberi possa ridurre il problema del randagismo, su chi invece abbandona i cani e i gatti noi siamo per un inasprimento delle pene“.

martedì 19 luglio 2016

SGARBI? SCONTI LA PENA PULENDO CACCA DI CANI


SGARBI? SCONTI LA PENA PULENDO CACCA DEI CANI

MILANO (19 LUGLIO 2016) -  Per la procura della repubblica di Milano il dottor Vittorio Sgarbi dovrebbe essere condannato a 18 mesi di carcere per gli insulti ai carabinieri durante Expo. Il presidente di AIDAA Lorenzo Croce lancia una proposta alla procura di MIlano ma anche allo stesso critico d'arte: se condannato venga da noi a pascolare le capre o meglio a raccogliere la cacca dei cani nei parchi di Milano. "Siamo pronti ed attrezzate- ci dice il presidente nazionale di AIDAA Lorenzo Croce- se condannato Sgarbi venga da noi a fare un po di sano volontariato. Potrebbe a sua scelta fare il pastore di capre, o meglio girare la città di Milano pulende le cacche dei cani"

TIGLI VIA OJETTI: IL COMUNE NON SAPEVA NULLA

Crediamo non ci sia molto altro da dire o aggiungere, alla zona 8 ora municipio 8 di Milano non risulta alcuna documentazione relativa al rifacimento del parcheggio e del taglio di tigli di via OJETTI 1-11 questo risulta dal documento ufficiale che vi pubblichiamo qui sotto. quindi a meno di follie di un amministratore truffaldino non crediamo che ci sia rischio immediato per questi 17 tigli che il comune erroneamente ha definito olmi. 


FESTIVAL PETS L'11 SETTEMBRE

riceviamo e volentieri pubblichiamo

Buongiorno,
mi chiamo Tatiana Toso e le scrivo sia in qualità di vice presidente dell'Associazione Onlus "Ti Affido a Fido",' associazione di volontariato che opera in campo animalista senza alcun scopo di lucro intraprendendo  azioni e  iniziative volte ad aiutare uomini ed animali a convivere per eliminare i mali della solitudine; Operiamo, in Pavia e zone limitrofe, ma anche in tutta Italia. Collaborando con canili, associazioni, istituzioni e privati cittadini vogliamo aiutare animali abbandonati, in particolare cani e gatti anziani, cuccioli o randagi presenti magari da anni nei canili, ad adottare una o più persone con problemi di solitudine o rimaste sole, anziani o  famiglie con disponibilità economica non adeguata al mantenimento di un peloso, offrendo agli animali ed agli umani la possibilità di ritrovare, convivendo, sentimenti di vera  amicizia e affetto. Per favorire ciò saranno garantite gratuitamente attraverso professionisti convenzionati l’assistenza veterinaria di base e le vaccinazioni annuali, la fornitura alimentare domiciliare per l’intero rapporto affettivo e, se richiesto e necessario, la ricerca di un nuovo due zampe da far adottare dal cane o dal gatto in caso di una prematura mancanza dell’umano in adozione; inoltre, le offerte raccolte verranno utilizzate per le eventuali necessarie sterilizzazioni, per coprire le spese vive di trasporto e di assistenza temporanea, di ricerca e affido etc.. Gli affidi si effettueranno solo dopo attenti controlli, prove di affinità caratteriali e compilazione obbligatoria del modulo di affido.

Tra i prossimi appuntamenti / raduni nel nostro calendario c'è quello previsto per il 11 settembre 2016 presso il Parco Area Vul Pavia dove ci ritroveremo per una giornata Adozioni e Sfilata amatoriale di tutti i pelosi che vogliano venire per divertirsi insieme a noi. Lo scopo della giornata sarà quello di far adottare animali che sono da tantissimo tempo in gabbia o con problemi o che nessuno ha mai preso in considerazione per esser adottati.
Le Associazioni che vorranno aderire dovranno partecipare con un massimo di n.10 animali fisici, i quali NON potranno essere adottati e portati a casa immediatamente ma solo dopo i normali controlli pre affido, ma avranno la possibilità di interagire con le probabili future famiglie, lo scorso anno tutti i pelosi che hanno partecipato all’evento hanno trovato famiglia, tra cui Becks meticcio (labrador-pittbull) di 11 anni tutti vissuti in gabbia….

Spero tanto nella vostra partecipazione, nel caso potete contattarmi al numero 3313150331 (non ho whatsapp), oppure alla mail festivalpetstiaffidoafido@gmail.com  entro e non oltre il 4 agosto 2016.

Nell'attesa di un vostro positivo riscontro vi saluto cordialmente

sabato 16 luglio 2016

OLMI CADUTI: ECCO LA VERITA' NASCOSTA DA COMUNE E ATM


comunicato dei portavoce del comitato olmi mac mahon

A causa del maltempo l'altro ieri sera sono cadute oltre 40 alberi nella sola città di Milano, ma guarda caso l'attenzione dei media si accentra anche questa volta sui due olmi caduti in Via Mac Mahon, ma questo ci permette di ribadire ancora una volta a nome del comitato dei cittadini che se ci avessero ascoltato fino in fondo forse anche in questa occasione non sarebbe caduto nessun albero come non lo era stato nel corso dei precedenti sessantanni. In quanto noi da subito abbiamo detto che:
il taglio delle radici doveva essere evitato o ridotto al minimo sollevando maggiormente  la sede tranviaria, per non indebolire le piante.

-     che le prove di trazione erano molto incerte ed aleatorie perché fondate su una metodica non certificata dal comune ma semplicemente offerta dall’impresa appaltatrice.

-        questi rilievi erano esattamente contenuti nel ricorso che però il consiglio di stato non accolse
Quindi se ci avessero ascoltati da subito tutto questo non sarebbe ragionevolmente successo.

per il comitato civico olmi mac mahon

arch. prof. Giuseppe Boatti
Lorenzo Croce


il commento del presidente AIDAA: "Appare evidente che in un giorno in cui sono caduti oltre 40 alberi a Milano concentrarsi sui 2 olmi di Mac mahon è pura malafede, anche perchè a differenza di quanto scrive un quotidiano milanese il comune le prove di verifica sugli olmi le ha gia fatte nei giorni scorsi e sono 4 gli alberi che secondo queste nuove verifiche vorrebbe tagliare, lunedi - ci dice Lorenzo Croce presidente AIDAA- presenteremo un esposto alla procura, perchè sulla gestione delle prime prove di trazione cosi come su alcune scelte fatte dalla giunta Pisapia e condivise dall'allora presidente della commissione ambiente della zona 8 Enrico Fedrighini ci sono diverse cose che non sono mai state chiarite e che crediamo sia compito della magistratura chiarire per capire se vi sono stati degli interessi privati come noi crediamo dietro scelte che hanno poi portato alla situazione attuale, si sa- conclude Croce- il verde è un business e la sua gestione è sicuramente appetibile per molti e il sistema che si usa in questi casi non è quello delle mazzette ma della gestione parcellizzata e forse malamente condivisa da molti del territorio compreso quello di Milano"

venerdì 15 luglio 2016

TIGLI OJETTI. AIDAA SCRIVE A ALER


NIZZA. SHAARI LASCI IN PACE GLI ANIMALI


Milano (15 luglio 2016) -  "Il direttore del centro culturale Islamico Milanese di Viale Jenner Abdel Shaari lasci in pace gli animali, non paragoni gli assassini di Nizza e tutti gli altri attentatori criminali a degli animali della foresta, gli animali della foresta uccidono solo ed esclusivamente per procacciarsi del cibo e scelgono con cura le loro vittime, questi assassini bastardi che seppure deviati si rifanno alla religione musulmana uccidono nel mucchio e quelli che predicano odio non stanno nella foresta ma in determinate moschee- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- quindi questo signore lasci in pace gli animali e condanni con nomi e cognomi i suoi correligiosi deviati che incitano all'odio ed alla morte anche di altri musulmani. Basta girare alcuni internet point nelle zone di Viale Monteceneri e Viale Padova a Milano per vedere che i video più seguiti sono quelli che inneggiano alla morte ed alla violenza e sono tutti video in arabo visti da giovani islamici non italiani"Duro e preciso il commento del presidente di AIDAA Lorenzo Croce a replica del leader musulmano di viale Jenner. "Io ho molti amici musulmani- conclude Croce- e tutti sanno dove si fomenta l'odio contro l'occidente anche nella nostra città quindi caro Shaari lasci perdere gli animali e abbia il coraggio di dire la verità su certe situazioni che spesso prevaricano i limiti della legalità per sconfinare verso un odio profondo anche verso Milano, l'Italia e gli Italiani. e non ditemi che sono razzista perchè non lo sono".

GATTINI SBRANATI ALLA ZISA DI PALERMO

Non c'è pace per i gatti della colonia storica della Zisa a Palermo. E' dei giorni scorsi la denuncia della nostra responsabile Rosanna Rabboni per la distruzione della colonia, invece oggi pomeriggio alcuni cani che non si sa se randagi o di proprietà hanno aggredito e di fatto sbranato tre gattini (VEDI LA FOTO) nel centro storico di Palermo. Andremo a fondo anche di questa vicenda. 

MINO GATTO UCCISO A UDINE

Lui è Mino il gatto appartenente ad una colonia felina regolarmente registrata e  barbaramente ucciso a Udine da un amministratore di condominio che lo ha ammazzato chiudendogli la testa dentro al portellone di un camper. Oggi ho sentito il suo papà umano che mi ha raccontato i particolari della storia, AIDAA sarà al suo fianco fino alla fine senza esitazione, questo bastardo assassino deve essere punito e noi ci saremo a guardarlo negli occhi quando questo accadrà. e credetemi nemmeno tra molto tempo. 

NASCE AIDAA BONOLA

Un nuovo gruppo milanese dell'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente è nato nel municipio otto ed in particolare nella zona di Bonola, il nuovo gruppo composto da diversi iscritti nasce dalla battaglia comune per la salvaguardia dei Tigli di Via Ojetti ma si allarga alla tutela di tutto il patrimonio arboreo del municipio 8. Nello Carmine Di Candia è stato nominato responsabile del gruppo, a lui e ai nuovi soci AIDAA il benvenuto dall'ufficio di presidenza ed in particolare dal presidente Lorenzo Croce dalla vice presidente Salvina Inzana e dal responsabile AIDAA Milano Antonino Vezzosi.

IN UN MESE GIA 1.400 MULTE PER CANI IN SPIAGGIA


Roma (15 luglio 2016) L'Unione Europea dice chiaramente che il sistema delle concessioni per i tratti di spiaggia per gli stabilimenti balneari ora in vigore non è regolare e che quindi si deve arrivare a una nuova legge che recepisca le direttive europee in materia di concessione di buona parte degli 8.000 km di spiagge (marittime e lacuali) italiane. L'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente - AIDAA da anni si batte per fare in modo che le nostre spiagge sia normate in maniera univoca anche per quanto riguarda la gestione della presenza in spiaggia libera per i bagnanti con i cani (o altri animali al seguito) attualmente infatti sono in vigore 5.000 ordinanze, diverse leggi regionali e provinciali che limitano e spesso vietano totalmente la presenza di bagnanti con i cani in spiaggia. Una vera babele che ha portato dall'inizio dell'estate a oltre 1.400 multe elevate per violazione di queste ordinanze (alcune superano i 300 euro di sanzione) e all'allontanamento di circa 2.000 bagnanti con cani al seguito che stavano semplicemente prendendo il sole in spiaggia. "Ci sono situazione grottesche che ci vengono segnalate, come la signora che in Liguria ha rischiato la multa per aver portato una brandina per far sdraiare il proprio cane- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- ma ci sono situazioni ancora peggiori dettate dalla incomprensione e dalla cartellonistica errata. In base alle segnalazioni abbiamo ad oggi ricevuto sono circa 23.000 i cartelli di divieto irregolari presenti sulle spiagge italiane". Si multa con più frequenza in Sicilia, Sardegna e Lazio specilamente sul litorale romano e nelle Marche. Maggiore tolleranza invece sulle coste pugliesi e calabresi.

giovedì 14 luglio 2016

SERVE PANE PER LE ANATRE DI ABBIATEGRASSO

Un cartello affisso all'ingresso del parco della nuova Fossa ad Abbiategrasso avverte che manca pane per cibare le numerose anatre e la loro prole presenti nel parco medesimo. Chiunque si trova in zona può portare del pane raffermo o comperarne un po da posare sotto il cartello, le signore che si occupano di dar da mangiare alle anatre del parco saranno solerti nel ritirarlo e distribuirlo. 


ESTATE 2016 CANI. MENO ABBANDONI PIU ADOZIONI


Roma (14 luglio 2016) - Un dato che se confermato nei prossimi due mesi, potrebbe essere una vera rivoluzione positiva nella battaglia contro l'abbandono dei cani in estate. Nel mese di giugno e nei primi dieci giorni del mese di luglio sono entrati nei 100 canili monitorati da AIDAA dai tre ai quattro cani al giorno che complessivamente fanno circa 13.000 cani (in linea con il dato dei mesi scorsi e con una leggera flessione rispetto allo stesso dato dello scorso anno, mentre il dato positivo riguarda le uscite, vale a dire le adozioni che sono state oltre 7.500 rispetto alle 4.650 dello stesso periodo dello scorso anno. Le regioni con il maggior numero di ingressi nei canili sono quelle del centro nord mentre le adozioni fioccano in Piemonte,Lombardia e in Puglia dove molti dei cani che escono dai canili prendono la strada del nord Italia, buoni segnali anche da Umbria e Lazio dove però rimane l'ombra della destinazione finale oltre i confini italiani, in particolare molti cani adottati nel centro Italia e in Sicilia sono infatti destinati a famiglie tedesche, olandesi e della Danimarca. 

SI TUFFA NEL VILLORESI PER SALVARE CANE


(ANSA) - MONZA , 14 LUG - Un pensionato di 65 anni ha rischiato di annegare per salvare un pitt-bull caduto nel canale Villoresi a Limbiate (Monza). L'uomo, mentre passeggiava lungo il canale, si è accorto della presenza di un cane che annaspava in acqua. Si è quindi tuffato ed è riuscito a raggiungere l'animale ma poco dopo è stato colto da malore. Soccorso da due passanti, che sono riusciti a recuperare anche il cane, l'uomo è stato accompagnato per controlli all'ospedale San Carlo di Paderno Dugnano (Milano).

CONDANNATO CIRCO MEDRANO PER MALTRATTAMENTO


(ANSA) - PADOVA, 13 LUG - Il Tribunale di Padova ha condannato un 66enne veronese, titolare del 'Circo Medrano', a otto mesi di reclusione, con sospensione della pena, per maltrattamento animali. La sentenza è giunta al termine di un'inchiesta avviato sulla scorta di alcuni esposti delle associazioni animaliste Lav,  Aidaa,Lac e Animal Amnesty, presentati a Padova in occasione di alcuni spettacoli circensi. Secondo la ricostruzione dei fatti, almeno un elefante e un canguro manifestavano un atteggiamento stereotipato, dondolando incessantemente avanti e indietro, un indice di stress cronico e sofferenza, mentre in altri casi sarebbero state riscontrate carenze nella cura degli animali. (ANSA).

MILANO. CANE MORTO FULMINATO AL PARCO SEMPIONE


Mercoledi pomeriggio un fulmine caduto sul parco sempione ha folgorato un giovane sudamericano di 28 anni che è stato soccorso ed accompagnato in ospedale in condizioni non gravi, mente purtroppo non c'è stato nulla da fare per il cane che era libero nell'area cani anche lui colpito dal fulmine è morto. 

TIGLI VIA OJETTI: ALER PAGA 50.000 EURO E TACE?

TIGLI VIA OJETTI: ALER PAGA 50.000 EURO E TACE?

MILANO (14 LUGLIO 2016) - "Aler è proprietaria di alcuni appartamenti nel super condominio di via Ojetti 1- 11 condominio dove l'amministratore Alessandro Treppaoli vorrebbe con una serie di atti che sono stati oggetto di denuncia penale e di diffida tagliare 17 tigli assolutamente sani per poi costruire un parcheggio senza tra l'altro aver presentato la documentazione necessaria al municipio 8. Lavori - ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- che lo stesso amministratore aveva visto bene di affidare ad una società che ha sede sociale nel suo stesso ufficio e che ha un capitale sociale versato di 2.500 euro". ALER che è l'azienda di edilizia pubblica della regione Lombardia è proprietaria di un congruo numero di appartamenti (una decina) nel supercondominio e oltre a non essere intervenuta all'assemblea si ritrova con una quota di 50.000 euro da pagare su un totale di circa 700.000 euro di lavori tra l'altro senza aver detto una sola parola su questa vicenda. "Ora ci chiediamo- conclude Croce- se Aler su questa vicenda paga e tace oppure se si degnerà di fare sentire la sua voce, nel frattempo sarebbe buona cosa se qualche consigliere regionale chiedesse lumi su questa faccenda all'assessore alla casa della giunta Maroni".

VIA OJETTI LA BATTAGLIA CONTINUA

HANNO TOLTO I CUORI E GLI OCCHI DAI TIGLI DI VIA OJETTI. MA NON CI FERMERANNO.